Archivio dell'autore: Simone Itri

Vaccini: il Diritto a decidere per il proprio Corpo!

SANO

Il diritto di decidere sul proprio corpo e come averne cura è un diritto umano fondamentale e inviolabile, che l’umanità ha conquistato molti secoli fa, superando la condizione di schiavi o di sudditi di sovrani e tiranni.
Il 7 giugno 2017 il ministro della Sanità Lorenzin ha deciso un decreto legge che impone 33 dosi di 12 vaccini obbligatori per i neonati nel primo anno di vita e anche per tutti i bambini e gli adolescenti fino a 17 anni che non si sono ancora vaccinati.
I dodici vaccini obbligatori sono per difterite, epatite B, Haemphilus influenzae B, meningococco B, meningococco C, morbillo, parotite (orecchioni), pertosse, poliomielite, rosolia, tetano, varicella.
Per i neonati, il piano prevede di somministrare 6 vaccini in un sol colpo a due mesi di vita e gli altri vaccini e i richiami ogni 15 giorni.
I neonati che, per scelta dei genitori, non vengono vaccinati saranno esclusi da asili nido, scuole materne e comunità infantili.
A bambini e adolescenti fino a 17 anni a cui non sono state somministrate le 33 dosi dei 12 vaccini, o quelli mancanti, andranno inoculati prima possibile. Sono previste multe e denunce per i genitori che non vaccinano.
In 15 paesi dell’Europa Occidentale non ci sono vaccinazioni obbligatorie, non ci sono epidemie, e nessun paese europeo ha 12 vaccini obbligatori.
In Italia non c’è in corso nessuna epidemia per nessuna delle 12 malattie per cui è previsto il vaccino obbligatorio, sono tutte malattie molto rare o rare, alcune non sono contagiose né infantili, quasi tutte sono innocue, purché si dedichi un minimo di attenzioni al malato.
Non ci sono studi e ricerche sull’effetto e i rischi di inoculare 33 dosi di 12 vaccini ai neonati nel primo anno di vita.
Il piano del ministro Lorenzin prevede anche la vaccinazione per l’influenza ogni anno, altri vaccini obbligatori per gli anziani, vaccini in gravidanza, insieme a vaccini per insegnanti, medici e infermieri, ….
FERMIAMO IL MINISTRO LORENZIN E BONACCINI E LE LORO LEGGI AUTORITARIE E INCOSTITUZIONALI
Milioni di famiglie sono rimaste sconvolte e hanno chiesto e chiedono, in centinaia di manifestazioni IN TUTTA ITALIA, la cancellazione del decreto legge Lorenzin e della legge Bonaccini della Regione Emilia Romagna del novembre del 2016, che esclude i neonati e i bambini non vaccinati da asili nido e scuole.
Domenica 2 luglio ti aspettiamo a Bologna alle 18 in piazza XX Settembre, vicino alla stazione centrale per difendere i nostri diritti umani e la libertà di scelta!

Giorgio Gustavo Rosso