Libera Polis mette la terra disposizione gratuitamente per insediarsi con Yurta o simili.

News:
12 settembre 2013
il 18-19-20 ottobre a lucca ci sarà un corso per costruire yurte con il bamboo:
(http://www.bambuseto.it/it/attivita-ri-creativa-formativa-e-informativa/106-prossimamente)
Chi vuol venire da Cerveteri-Roma?
Simone

Giugno 2013

Visti i tempi che corrono e parlando con i tanti giovani alla ricerca di emancipazione senza diventare schiavi di una banca per un mutuo di 40 anni, abbiamo deciso che valuteremo (previa conoscenza ed affinità umana) la possibilità di ospitare gratuitamente sul ns terreno coppie e/o singoli, che alla ricerca di soluzioni abitatitive alternative e low cost, intendano utilizzare una Yurta o strutture simili (removibili) per stanziarsi su un terreno. Tanto più sarà l’affinità anche con i ns progetti legati alla terra, tanto più tenderemo ad essere favorevoli all’insediamento di nuovi “vicini”.
Gia lo scorso anno abbiamo piantato 2 cerchi di alberi del

raggio di 10 metri ciascuno al cui interno una yurta non starebbe affatto male.
Gia presso la ns sede si realizza un orto sociale con circa 6 famiglie che coltivano piccoli appezzamenti di terreno, condividendo gli attrezzi, le conoscenze ed aiutandosi avicenda. L’obbiettivo principale è ricreare solidarietà, ed alo stesso tempo “coltivare” autosufficenza e benessere attraverso uno stile di vita più “umano”. Da sempre ci siamo caratterizzato per i tentativi di “mettere in pratica” quel che ormai molti desiderano.

Per info: info@liberapolis.it – 335.6789482

http://www.ilcambiamento.it/bioedilizia/vivere_yurta_battaglia_famiglia_contro_burocrazia_italiana.html

Qui sotto qualche esempio di yurta:

tenda_mongola yurta

 

31 pensieri su “Libera Polis mette la terra disposizione gratuitamente per insediarsi con Yurta o simili.

  1. marzia

    Salve a tutti!
    sono molto felice del vostro progetto, io purtroppo sono un pò lontana da voi ma…non si sa mai.
    Io possiedo una yurta da qualche anno e …aimè ho già avuto anche una bella denuncia di presunto abuso edilizio da un “gentil signore della giunta comunale” …la yurta in questione era in un prato privato ed era ad uso di un’associazione culturale senza scopo di lucro per corsi rivolti perlopiù a bambini!
    Vorrei fare un’appello a chi si interessa di nuove possibilità abitative alternative ecologiche ed etiche di pubblicare e condividere le varie battaglie sui piani regolatori …magari fare un gruppo che risolva la miopia della nostra burocrazia a cui i latifondisti di oggi si aggrappano con l’interessata compiacenza dei nostri uffici comunali!
    io, per ora, la yurta l’ho smontata in attesa di tempi migliori….spero mooolto vicini ;-D
    Grazie di cuore a tutti voi

    1. liberapolis

      Ciao Marzia, Grazie della tua testimonianza, effettivamente dipende molto anche dai regolamenti locali comunali e regionali e dall'”intelligenza” dei tecnici e dei politici locali. è ovvio che quando si monta una yurta in modo stabile si è al limite della legalità ma nel progetto di manziana stiamo valutando di inclutere un campeggio in modo da fare tutto in regola per non avere rogne future. ovvio che in parallelo l’azione politica di sensibilizzazione delle istituzioni è auspicata e per quanto posibile supporteremo tali iniziative. un caro saluto, S.

  2. Gio'

    salve sono Gio’ da Bari, bellissima iniziativa, volevo chiedervi, ma che possibilita’ vi sono e in quali termini si potrebbe aderire a questo vostro progetto?

    1. liberapolis

      Chiamaci per concordare un appuntamento, incontrarci e conoscerci… questo è il primo passo da fare 🙂

  3. Giuseppe

    Ciao,
    mi alletta infinitamente la prospettiva di vita che proponete. Stavo già studiando di mio circa la decrescita e sugli stili e modi di vivere ‘alternativi’, con la seria intenzione di poter attuare qualcosa al più presto. Ho 33 anni, sono siciliano d’origine ma ho lasciato la mia terra (purtroppo) molto presto e ho vissuto/lavorato in giro per il mondo nel settore del No-profit fino al 2008, anno in cui mi sono trasferito a Roma. Lavoro come funzionario per un’ambasciata estera e non sopporto l’ambiente urbano, le sue dinamiche, i suoi ritmi! L’idea di andare a vivere in una Yurta/Ger è più un sogno, ma ancor di più lo è la possibilità di vivere in un ‘ambiente’ dove le relazioni con le persone e con la natura possano avere tutt’altro ‘sapore’, più genuino e votato a alt(r)i valori, tra i quali la ‘solidarietà’, il senso di comunità, ecc.
    Mi piacerebbe molto conoscervi e capire meglio ciò che fate.

    1. liberapolis

      Ciao Giuseppe, grazie per averci scritto, fà piacere sentire che ci sono molti giovani con questi rinati valori… saremo felici di conoscerti.

  4. ivana

    In sicilia c’ è qualcosa? Io sono di Palermo e recentemente io e mio marito stavamo valutando di prendere una yurta!!! Se ci sn possibilità anche in sicilia sarei felice di aggregarmi 🙂

  5. alberto

    siete grandi!, perché non averci anche noi pensato prima ? ma qui al nord si sa è sempre tutto più difficile. Siamo un’azienda agricola di 6 ettari vicino Torino, in via di sprivatizzazione: non occorrono permessi o autorizzazioni particolari per costruire anche qui delle yurte o simili? sarebbe possibile contattare un po’ di “esperti”? grazie per il vostro esempio, il vostro coraggio; e per l’idea. alberto

    1. liberapolis

      …dipende dai comuni e dalle regolamentezioni regionali… cmq di base la yurta è completamente removibile. Ovvio che non ci puoi prendere la residenza ed alle brutte puoi chiedere i permessi per aprire un campeggio…

  6. Claudio

    GRANDI! Io collaboro con una ONG mongola che si occupa di ambiente e al momento mi trovo in Mongolia, appena rientrato da uno dei campi di eco-volontariato che qui organizziamo. Vedendo la Ger (o yurta), mi sono incuriosito e debbo farvi i complimenti per l’iniziativa anche perchè una Ger è un modulo abitativo assolutamente sufficiente e confortevole. A questo punto vi suggerisco anche di adottare il sistema di riscaldamento tradizionale che consiste nel riciclo degli escrementi secchi degli erbivori (mucche e cavalli), che verranno così adoperati come combustibili nelle stufe tradizionali.
    Ancora complimenti

    1. liberapolis

      Sinceramente non avevamo preso in considerazione questa “opzione” ma se vieni a trovarci e ci fai vedere come si fà potremmo valutarla. 🙂 grazie per ora e buon tutto

  7. stefano

    Salve siamo una famiglia di Roma,ci interesserebbe un orto per coltivare ortaggi e verdure bio ed anche per fare crescere piante per fito terapia.Io e mia moglie siamo nel campo del wellness da 30 anni,personalmente ho seguito il corso per educatori alimentari e trainer tenuto dalla regione Lazio con Slow food nella persona di Francesca Rocchi,mia moglie è Osteopata e Naturopata,crediamo fermamente in una sana condotta di vita,a partire dall’alimentazione naturale ed a chilometri 0,nella vita all’aria aperta,lontano dall’inquinamento e dalla GDO!Vi chiameremo dopo il 5 di Settembre,grazie.

    1. liberapolis

      Grazie per averci contattato, apprezziamo molto chi si occupa di queste tematiche e siamo amici di Francesca Rocchi. Avremo sicuramente gran piacere di conoscervi.
      Aspettiamo vostre notizie a settembre, Simone

  8. ilaria

    salve io ho un terreno vicinissimo a roma di 6 ettari e vorrei anche io dare la possibilità di insediare delle yurte per creare una comunità (prettamente vegana) per un vivere sostenibile..chi può darmi una mano?grazie

  9. mimmo

    Salve ho letto alcune cose molto interessanti e mi piacerebbe conoscervi magari per apprendere qualcosa in più e direttamente. Mi indicate gentilmente come posso fare.

    Un caro saluto a tutti.

    Ps. complimenti per le iniziative e per tutti quei bei progetti.

    1. liberapolis

      Puoi chiamarci quando vuoi al 3356789482 per concordare un appuntamento qui a Cerveteri.
      Buon tutto, Simone

  10. simona

    io con la mia famiglia abitiamo ai castelli romani vicino roma ce la possibilità di avere un abitazione

    1. liberapolis

      non ho capito bene se la tua è una domanda o una affermazione… cmq qui da noi si possono montare eventualmente solo strutture removibili…

      1. liberapolis

        si quella si come scritto, a patto che ci sia affinità con noi ed i nostri progetti. se siete interessati venite a trovarci… oramai dopo il 5 settembre.

  11. FRANCESCO MERCADANTE

    CIAO SN FRANCESCO. VORREI SAPERNE DI PIù SULL’ARGOMENTO TERRENO E COME FUNZIONA . HO 55 ANNI SONO AUTODIDATTA CONOSCO PARECCHI MESTIERI , E HO TANTA VOGLIA DI FARE, AVEVO UN ORTO IN COMODATO, MA ORA IL PROPRIETARIO , SE LE RIPRESO. MI PIACEREBBE METTERE A DISPOSIZIONE TUTTO IL MIO SAPERE.

      1. liberapolis

        La cosa migliore è conoscersi, vieni a trovarci dopo il 5 settembre.
        Buone cose, Simone

  12. Vittorio

    Salve, ottima idea quella di mettere a disposizione dei terreni. Io al momento sono studente, tiro avanti con piccoli mercatini di autoproduzione e da tempo sto cercando di dar vita a una piccola comunità qui in Basilicata, ma finora ho trovato prezzi altissimi per i terreni.
    Avevo anche cominciato una ricerca sui borghi abbandonati da recuperare, ma anche lì sembra che stia nascendo un nuovo business.
    Pensate che qui al sud, tra Basilicata e Campania, ci sia la possibilità di ottenere qualcosa in usufrutto gratuito o comodato d’uso?

    Grazie, Vittorio

    1. liberapolis

      Ciao Vittorio, mi spiace ma dalle tue parti non consosco progetti del genere, se ci capiterà di conoscere qualcuno ti metteremo in contatto.
      Buon tutto, Simone

I commenti sono chiusi.